Home » Vini

Vini

— Azienda Agricola Biava
Via Monte Bastia, 7
Scanzorosciate (BG)
Abbarbicate sul Monte Bastia, che a buon titolo può essere eletto a cru del Moscato di Scanzo, le vigne di Emanuele Biava hanno pendenze da capogiro e un’età media che rasenta i trenta anni. Seguendo le orme del nonno Giovanni, Emanuele coltiva con passione e competenza questo particolarissimo vitigno autoctono a bacca rossa che dà …
Leggi tutto
— San Michele
Via Parrocchia, 57
Capriano del Colle (BS)
Da secoli considerato territorio ideale per la coltivazione della vite, l’altipiano del Montenetto (che si erge dalla pianura a Sud di Brescia) è stato generato da un movimento sotterraneo avvenuto durante una remota glaciazione. Su questa antica landa si dedica con passione alla cantina di famiglia Mario Danesi, cui va dato il merito di avere …
Leggi tutto
— La Cornasella
Via del Carro
Loc. San Pantaleone – Grumello del Monte (BG)
La Cornasella, piccola azienda posta nel cuore della Valcalepio, ha intrapreso una strada non facile nel tentativo di trovare una interpretazione diversa al Moscato di Scanzo, un vitigno assai particolare, unico nel panorama viticolo italiano (già un moscato rosso è raro, ma con una carica aromatica così potente è il solo). Dopo ripetute prove, il …
Leggi tutto
— Bruno Verdi
Via Vergomberra, 5
Canneto Pavese (PV)
I Verdi, con Paolo all’ottava generazione di vignaioli, producono vini che raccontano la loro terra di Vergomberra, piccola frazione di Canneto Pavese. Tra le tante etichette meritevoli, in una gamma completa e validissima, scegliamo la Barbera, vinificata in purezza, del cru Campo del Marrone: seimila ceppi per ettaro, su terreno sabbioso con esposizione a Nord-Est …
Leggi tutto
— Dirupi
Via San Carlo
Ponte in Valtellina (SO)
Nel nome di questo vino prodotto da due giovani vignaioli di Sondrio c’è la sintesi della viticoltura valtellinese. «Dirupi» non è certo un modo di dire ma è la realtà fotografica delle pendenze che caratterizzano quei filari di Chiavennasca che l’ingegno e l’impegno dell’uomo ha incastonato tra queste montagne. Dopo gli studi di enologia Davide …
Leggi tutto
— Noventa
Via Merano, 26
Botticino Mattina (BS)
Un tempo epicentro della produzione del rosso più apprezzato dai bresciani, la fama del vino di Botticino è stata negli anni surclassata dal pregiato marmo bianco che proviene dalla cave del territorio. Ma la vocazione vitivinicola permane, e proprio quel substrato, caratterizzato da una poderosa presenza di calcare, dona ‘solidità’ alle uve e quindi al …
Leggi tutto
— Ca’ del Bosco
Via Albano Zanella, 13
Erbusco (BS)
È il vino più raro e meno conosciuto di Ca’ del Bosco, questo ilmerlot Sebino Rosso Merlot, prodotto sinora in sole sei annate, quelle ritenute davvero perfette, 1990, 2001, 2003, 2009, 2011 e 2015 (l’annata ora in commercio), in un numero limitatissimo di bottiglie. Il vino racconta l’uva Merlot nella sua quintessenza: un’espressione franciacortina che …
Leggi tutto
— Bisi
Località Cascina San Michele
San Damiano in Colle (PV)
A un passo dal raggiungimento del secolo di storia vitivinicola, la cantina della famiglia Bisi interpreta al meglio il progetto di valorizzazione dell’uva Croatina, vinificata in purezza secondo la tradizione della Bonarda frizzante. Il disciplinare stilato dal Distretto del Vino di Qualità dell’Oltrepò Pavese, stabilisce regole più restrittive, raccolte in sette punti qualificanti, e una …
Leggi tutto
— Hermau
Via Ezio Vanoni, 256
Loc. Pianazzola – Chiavenna (SO)
Viste dal centro di Chiavenna, le vigne coltivate in biologico da Maurizio Herman sembrano dipinte sulla parete verticale. Alcuni dei terrazzamenti che hanno piena esposizione a Meridione sono coltivati con l’uva tipica del territorio, il Nebbiolo, chiamato in loco Chiavennasca, altri con vitigni di altra provenienza, piwi compresi. Scegliamo l’unico rosso prodotto, il più legato …
Leggi tutto
— Cantina Ricchi
Strada Festoni, 13/D
Monzambano (MN)
Per la famiglia Stefanoni il traguardo dei cento anni di attività nel mondo vitivinicolo è ormai dietro l’angolo. Quei terreni difficili, tutt’altro che ‘ricchi’ (l’etimologia del nome della cantina viene dal latino richinus, territorio selvatico difficile da coltivare) hanno dissuaso tutti, tranne Enrico Stefanoni che nel 1930 decise di impiantarvi le prime vigne. Lungimirante perché …
Leggi tutto
— La Costa
Via Galbusera Nera, 2
La Valletta Brianza (LC)
Il culto di Giobbe era profondamente radicato in Brianza, come testimoniano i tanti affreschi votivi a lui dedicati nelle cascine e corti rurali, tra cui il bel dipinto murale che si può ammirare a Cascina Costa. Non è dunque un caso se il vino di punta di questa cantina è intitolato proprio a san Giobbe: …
Leggi tutto
— Rainoldi
Via Stelvio, 128
Chiuro (SO)
Per capire perché la chiamano viticoltura eroica basta camminare (o più correttamente, scalare) le vigne di Valtellina e rifarsi al motto degli Alpini che recita «più salgo più valgo». Non è questione di altitudine ma di giacitura, pendenza ed esposizione: per coltivarle una certa dose di eroismo serve eccome. Il risarcimento è proporzionale al grado …
Leggi tutto
— Podere dei Martini – Cantina Il Cigno
Strada Pille Tarsi
Fraz. Pille – Monzambano (MN)
Salendo alla antica cascina del Podere dei Martini, sui Colli Morenici mantovani, si attraversano terreni vitati che sembrano disegnati, tanto sono curate. Tre meravigliosi vigneti terrazzati, benedetti da una perfetta esposizione solare, da un terreno ricco di minerali e dalla presenza benefica, laggiù in lontananza, del lago di Garda. In questa proprietà Gaetano Martini – …
Leggi tutto
— Arpepe
Via Buon Consiglio, 4
Sondrio (SO)
Dopo una breve interruzione, nel 1984 Arturo Pelizzati Perego (da cui Arpepe, il nome della cantina) decise di rimettersi in gioco con l’attività di famiglia facendo suo il principio del ‘giusto tempo di attesa’. Approccio enologico che ora praticano i figli, subentrati nell’attività venti anni dopo, nel 2004. I lunghissimi affinamenti in botti di legno …
Leggi tutto
— Eligio Magri
Via Colle dei Pasta, 8/A
Torre de’ Roveri (BG)
Eligio Magri è uno dei pochi contadini-vignaioli puri rimasti nella Bergamasca, nel senso che l’unica sua fonte di reddito proviene dall’attività agricola. Alla più giovane della sue tre figlie, Giulia, ha dedicato il vino più dolce di casa ottenuto da uve Moscato giallo. Nel corso degli anni lo stile di vinificazione è stato messo a …
Leggi tutto
— Guido Berlucchi
Via Don Secondo Duranti, 4
Fraz. Borgonato – Corte Franca (BS)
L’azienda che ha ‘inventato’ il Franciacorta ha oggi diversificato la produzione, aggiungendo alla storica linea Imperiale, la linea Millesimati ’61 e le Riserve di Palazzo Lana, l’antica e bellissima dimora che è sede di rappresentanza della maison. Il Nature (dosaggio zero) appartiene alla linea ’61, alla quale la Guido Berlucchi pone particolare cura: vendemmia di …
Leggi tutto
— Pasini San Giovanni
via Videlle, 2
Loc. Raffa – Puegnago del Garda (BS)
«C» come Chiaretto e come Clayver, le piccole botti in ceramica nelle quali affina a lungo, che conferiscono a questo Valtènesi della Pasini San Giovanni, ottenuto da Groppello in purezza, un carattere particolare e unico, da ‘Riserva’. Lettera C completa il podio, salendo sul gradino più alto, dei vini in ‘rosa’, già molto ben rappresentati …
Leggi tutto
— Conte Vistarino
Frazione Villa Fornace, 8
Rocca de’ Giorgi (PV)
Se l’Oltrepò è l’enclave italiana del Pinot Nero lo si deve in gran parte al conte Augusto Giorgi di Vistarino che alla metà dell’Ottocento lo importò dalla Francia per impiantarlo nella grande tenuta di Rocca de’ Giorgi (che oggi si estende su 826 ettari; oltre cento quelli vitati, dei quali 65 a Pinot Nero), individuando …
Leggi tutto
— Costaripa
Via della Costa, 1/A
Moniga del Garda (BG)
Enologo di solida fama, Mattia Vezzola è ora impegnato a tempo pieno nella cantina di famiglia per la quale firma una gamma di vini di grande piacevolezza, compresi gli a lui più congeniali spumanti metodo classico. Ma il prodotto più rappresentativo del territorio della Valtènesi è il Chiaretto, così come lo battezzò nel 1896 il …
Leggi tutto
— Barone Pizzini
Via San Carlo, 14
Provaglio d’Iseo (BS)
Prima azienda di Franciacorta ad avere intrapreso la via del biologico (più di un quarto di secolo fa, correva l’anno 1997), la Barone Pizzini sta raccogliendo i frutti di una scelta lungimirante intrapresa con determinazione e coerenza. E ora che molti la stanno emulando, la cantina guidata da Silvano Brescianini si toglie la soddisfazione di …
Leggi tutto
— Azienda Agricola Barbacarlo
Strada 617 Brognese, 3
Broni (PV)
Non ha avuto l’impatto mediatico di altre storie ma quella del Barbacarlo e del suo interprete unico, è una delle più belle battaglie combattute sul fronte del riconoscimento al valore dei vignaioli e dei loro vini cru. Il compianto Lino Maga (o come usava dire lui, Maga Lino) l’ha vinta alla grande dimostrando che il …
Leggi tutto
— Ca’ del Bosco
Via Albano Zanella, 13
Erbusco (BS)
Frutto di un uvaggio di Chardonnay (76%), Pinot Nero (15) e Pinot Bianco (9%), l’Annamaria Clementi Riserva (pas dosé dal 2008) è il vino bandiera di Ca’ del Bosco, e non a caso difatti porta il nome della fondatrice della cantina, madre di Maurizio Zanella. È frutto delle uve di ventidue vigne (con una età …
Leggi tutto
— Picchioni Andrea
Frazione Campo Noce, 4
Canneto Pavese (PV)
Contadino in valle Solinga dal 1988, Andrea Picchioni, ha recuperato i vigneti all’epoca praticamente abbandonati perché assai difficili da lavorare, dando vita a una gamma di vini di gran carattere, soprattutto nelle versioni che si avvalgono di lunghi affinamenti. Si esprimono così compiutamente la qualità delle uve, raccolte in vigne (a conduzione biologica) che hanno …
Leggi tutto
— Ca’ del Bosco
Via Albano Zanella, 14
Erbusco (BS)
Se l’Annamaria Clementi Riserva è il vino epitome dello stile Ca’ del Bosco, la versione Rosé è forse l’espressione della più grande bollicina italiana in rosa. Sono le uve di tre vigne (età media superiore ai trent’anni) a creare questo vino, 100% Pinot Nero da salasso (una macerazione breve, alla temperatura di 14% per preservare …
Leggi tutto
— Tenuta Montenisa – Marchesi Antinori
Via Papa Paolo VI
Fraz. Calino – Cazzago San Martino (BS)
Il Contessa Maggi Riserva della Tenuta Montenisa (di proprietà della famiglia Antinori) è un Franciacorta di estrema finezza ed eleganza. Frutto di un uvaggio di Chardonnay e Pinot Nero (fermentati in parte in acciaio e in parte in barrique), sosta in bottiglia, sui lieviti, per almeno quaranta mesi. Ne esce un vino dal bel coloro …
Leggi tutto
— Castello Bonomi
Via San Pietro, 46
Coccaglio (BS)
Il CruPerdu prende il nome dalla scoperta fatta nel 1986 da Luigi Bersini – cantiniere storico dell’azienda – dei resti di un vigneto quasi completamente scomparso nella boscaglia sul versante meridionale del Monte Orfano. Ripristinato, è diventato il simbolo della produzione di Castello Bonomi, azienda successivamente acquisita dalla famiglia Paladin che in Franciacorta ha allargato …
Leggi tutto
— Cavalleri
Via Provinciale, 96
Erbusco (BS)
Cantina che ha scritto la storia della vitivinicoltura in Franciacorta, Cavalleri è ora governata dai nipoti del fondatore Giovanni, i quali hanno sposato i principi che ne hanno decretato il successo: serietà, rispetto, ricerca della qualità senza compromessi per produrre vini che esprimono fedelmente l’essenza delle colline di Erbusco. Ne è una conferma il vino …
Leggi tutto
— Derbusco Cives
Via Provinciale, 83
Erbusco (BS)
La cantina Derbusco Cives vanta una gamma di etichetta di ottima fattura. Buonissimi sia il Blanc de Noirs che il Blanc de Blancs, così come il Doppio Erre Di e il millesimato. Spicca poi il Rosé (100% Pinot Nero, in parte fermentato in barrique) che sosta per oltre quattro anni sui propri lieviti. Il risultato …
Leggi tutto
— Vigna Dorata
Via Sala, 80
Cazzago San Martino (BS)
Azienda familiare per eccellenza, Vigna Dorata prende il nome dall’intensità luminescente dello Chardonnay raccolto nel primo vigneto impiantato (correva l’anno 1980) proprio di fronte alla cascina-cantina. Sin da subito il Franciacorta di punta della gamma si è rivelato il Satèn, etichetta che è capace di esaltare al meglio le caratteristiche di finezza fruttata del vitigno. …
Leggi tutto
— Cà del Vént
Via Stella, 4
Loc. Campiani – Cellatica (BS)
Il vento che spira sui Campiani, al limitare orientale della zona a Docg (Brescia è a un tiro di schioppo) tiene ‘pulite’ le vigne, ma spazza anche dalle etichette la denominazione Franciacorta cui potrebbero appartenere questi vini spumanti ottenuti con il metodo classico. Troppo personale e originale l’approccio vitivinicolo: in un disciplinare proprio non ci …
Leggi tutto
— Ca’ del Bosco
Via Albano Zanella, 13
Erbusco (BS)
Per raccontare l’annata 2018 Ca’ del Bosco ricorre a un 65% di Chardonnay, a un 29% di Pinot Nero e al Pinot Bianco per il restante 6% (da ventisei vigne diverse, con una età media di trent’anni). E lo fa enfatizzando le caratteristiche di complessità e ricchezza in un vino che – pura espressione del …
Leggi tutto
— Bellavista
Via Bellavista, 5
Erbusco (BS)
L’etichetta di punta di casa Bellavista, dedicata al suo fondatore, racconta l’annata 2016 puntando tutto su vivaci note di freschezza e di fine mineralità, ben bilanciate – come è nello stile della maison – da un magistrale uso del legno. I frutti delle viti più vecchie vengono infatti fermentati in piccole botti di rovere, mentre …
Leggi tutto
— Ca’ del Bosco
Via Albano Zanella, 13
Erbusco (BS)
Nata nel 1983 questa etichetta racconta di una sfida: quella di produrre un grande, immenso Chardonnay in stile borgognone in terra di Franciacorta. Le uve, raccolte in sei differenti vigne (di un’età media di 34 anni), sono raccolte e selezionate a mano. Sono quindi pigiate in assenza di ossigeno e solo il mosto di prima …
Leggi tutto
— Azienda Agricola Cantrina
Via Colombera, 7
Loc. Cantrina – Bedizzole (BS)
Poste sul versante della Valtènesi che si rivolge a Occidente, verso la città di Brescia, le vigne di Cantrina (dal nome della località) si avvalgono comunque dell’effetto termoregolatore del lago di Garda. Condotte in biologico (certificato) donano vini dalla forte personalità, dal Valtènesì che in versione Chiaretto è simbolo del territorio, a un buonissimo passito …
Leggi tutto
— Cà Lojera
Località Rovizza, 1866
Sirmione (BS)
‘Planati’ sulle sponde meridionali del Benaco dalle valli bergamasche, i Tiraboschi si sono ritrovati vignaioli da allevatori che erano. Con grande successo, dacché Cà Lojera è una delle cantine più affidabili del panorama enologico del Lugana. Molto buono nella versione d’annata, il Lugana acquisisce spessore e completezza nella Riserva del Lupo, da bersi con grande …
Leggi tutto